Arezzo|| Tortello Divino

Il tortello è un elemento importante della cucina toscana e in alcune zone come il Casentino è quasi un bandiera. Ormai da un po’ di tempo nel cuore del centro storico di Arezzo è stato aperto un ristorante che si chiama Tortello Divino e questa sera Forchette Amare ha deciso di assaggiare la sua cucina.

La Location

Il locale è situato in piazza della Badia, un piccolo salotto della città, che permette di raggiungere questo ristorante semplicemente facendo una passeggiata in centro. Il Tortello Divino ha una parte esterna e una interna, ma nel complesso i posti non arrivano a trenta con un’apparecchiatura semplice.

Il Menu

Semplice anche il menu con i tortelli che ovviamente la fanno da padrone. Abbiamo cominciato dagli antipasti scegliendo un classico toscano, un tagliere prosciutto e pecorino e un misto di pecorini accompagnati da confettura. Nella lista dei primi, fra menu e fuori menu, la nostra scelta cade su un risotto agli asparagi, un tortello zucca e speck e due tipologie di cappellacci: una pecorino, pere, noci e vinsanto e un’ altra pesto di noci e borragine. Il servizio è piuttosto rapido e la nostra tavola viene così inondata di antipasti. Il prosciutto è saporito così come il pecorino che lo accompagna, due palesi sapori che marcano toscanità.

tortello 10 small

Anche i pecorini con la confettura sono gradevoli, anche se quelli stagionati si godono di più accompagnati dalla marmellata.

tortello 11 small

L’antipasto toscano è molto classico con i crostini neri, le bruschettine e un mix di salumi dal prosciutto fino alla finocchiona. Anche questo risulta un antipasto valido, ma qualche colpo di inventiva per svecchiare un po’ non sarebbe stato sgradito.

tortello 12 small

Fra i primi la palma del migliore spetta sicuramente ai tortelli con la zucca. La dolcezza viene stemperata dallo speck dando un grande equilibrio a questo gustoso piatto.

tortello 1 small

I cappellacci con il pesto di noci e la borragine, un’erba selvatica e pregiata, hanno una bella consistenza e sul palato quasi si sciolgono. Buoni anche quelli pecorino, pere, noci e vinsanto anche se un insieme così importante di ingredienti potrebbe spingere di più.

Da rivedere invece il risotto agli asparagi, l’unico piatto deludente in una serata in cui Forchette Amare ha indovinato tutte le ordinazioni.

tortello 3 small

Passando ai dolci oltre ai classici cantuccini e vinsanto, abbiamo scelto un tortino al cioccolato, buono ma un po’ pesante.

tortello 4 small

Giudizio Finale

Tutto bagnato da due bottiglie di Syrah di Cortona per un conto da 26 euro a testa. Il Tortello Divino offre un menu ristretto, ma con alcune eccellenze. Da provare assolutamente tortelli e cappellacci che da soli valgono una visita, visto anche il conto molto onesto.

Un pensiero su “Arezzo|| Tortello Divino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...