Geografia Gastronomica|| La cucina tibetana

Oggi Forchette Amare inizia una nuova avventura che come recita il titolo del suo blog vi porterà in giro per il mondo. Studieremo infatti un pò di geografia, ma lo faremo a tavola e sarà sicuramente più divertente. Ho deciso di iniziare con una cucina un pò inconsueta, ma ogni venerdì ne affronteremo una diversa. In fondo ad ogni articolo troverete un riferimento per assaggiare la nostra protagonista di oggi: la cucina tibetana!

Il Tibet

Non tutti conoscono questo meraviglioso e unico paese che si trova all’interno della Repubblica Popolare Cinese, ma che vanta storia e tradizioni assolutamente proprie. Con la catene dell’ Himalaya a fargli da corona, ma comunque disteso su altopiano con un’altitudine media di quasi 5000 metri. L’ambiente e il clima sono molto importanti per quanto riguarda l’alimentazione, per questo motivo la cucina tibetana è molto proteica. La dieta di questo antico e fiero popolo si basa infatti su carne e latte, soprattutto di montone e yak, un enorme bovide fondamentale nell’economia locale. I tibetani amano la carne cruda o bollita con molte spezie, ma non disdegnano i famosi noodles accompagnati, quando possibile, con verdure. La cucina tibetana ha comunque il suo alimento base nello Tsampa,  un impasto fatto con farina d’orzo tostato e burro di yak. Ma passiamo ai piatti principali della cucina che abbiamo scelto di raccontarvi, partendo proprio dallo Tsampa.

Tsampa

E’ quello che si può definire il piatto nazionale, anche se risulta poco gradevole ai palati occidentali. Gli Tsampa si realizzano in due modi diversi: il primo vede il mescolarsi burro di yak, sale e foglie di tè creando il cosiddetto tè di burro. Il secondo invece è un mescolanza di porridge di montone e verdure e risulta molto più dolce del primo. Alcuni aggiungono anche la farina di orzo per dare densità allo Tsampa che si presenta come una specie di polpetta che i tibetani portano in giro.

Tsam-thuk

Anche questo tipicissima zuppa tibetana parte dallo Tsampa e vede l’aggiunta alla nostra ormai nota polpetta di formaggio e carne di yak. Per i palati più delicati esiste anche una variante con la carne di pecora.

tibet 3

Yak- Thukpa

Ecco arrivare i nostri noodles, i tibetani li mangiano anche a colazione. Con lo Yak Thukpa i noodles vengono serviti con verdure e l’immancabile carne di yak.

tibet 4

Tingmo

Il Tingmo è una specie di pagnotta di pane di orzo cotta al vapore. A scelta si può riempire con formaggio o con la nostra ormai mitica carne di yak!

tibet 5

Bevande

Due parole vanno spese anche sulle bevande tipiche tibetane. Del tè al burro di yak abbiamo già detto, a questo si aggiunge il vino di riso detto Pinjopo e una birra di orzo che viene servita molto calda.

tibet 6

Giudizio Finale

La cucina tibetana non è per i palati troppo raffinati, ma è unica al mondo e rispecchia un popolo. Vivere a quelle altitudine e in un clima ostile non ha fatto badare troppo alla forma e il risultato merita di essere provato almeno una volta. Difficile da trovare in Italia un ristorante che proponga questa cucina, più comune all’estero. A Milano comunque il ristorante Achar propone cucina nepalese e tibetana, quindi ora non avete più scuse!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...