Geografia Gastronomica|| I dolci di Natale

Forchette Amare nella settimana natalizia ha deciso di fare un piccolo strappo alla regola cambiando un pò la consueta rubrica Geografia Gastronomica con un nuovo articolo molto adatto a questo periodo. Infatti questa settimana abbiamo deciso di dedicare un po’ di spazio ai dolci natalizi del nostro paese, tralasciando i più noti e sperando di farvene scoprire qualcuno. Così viaggeremo dalle Alpi alla Sicilia per una rapida carrellata sulle prelibatezze che ci troviamo sulla tavola in queste festività. E allora partiamo per questo “dolce” viaggio!

dolci small.jpg

Mecoulin

Partiamo proprio dalle Alpi e precisamente dalla Valle d’Aosta. Il Mecoulin e’ un panettone tipico della valle di Cogne che viene chiamato anche Pan Dolce valdostano. Viene considerato l’antenato del panettone e si prepara aggiungendo rhum all’uvetta che ne viene intrisa. Immancabile per chi visita la Val d’Aosta, una vera chicca per gli appassionati.

mecoulin small

Nadalin

Lasciamo la Valle d’Aosta e passiamo in Veneto. Dopo l’antenato del panettone ecco a voi l’antenato del pandoro: il Nadalin. Tipico veronese come il più noto discendente, questo dolce fu inventato nel 1200 per il primo Natale della famiglia Della Scala, i signori di Verona. Il Nadalin è meno burroso e più compatto rispetto al pandoro e la sua forma è schiacciata. I veronesi veraci lo preferiscono perché più tradizionale e autentico.
nadalin-2 small

Anello di Monaco

Eccoci in Lombardia e più precisamente a Mantova. Questo dolce che viene prodotto artigianalmente nella città virgiliana ha forma di ciambella con un ripieno di nocciole, castagne e frutta. La parte superiore viene glassata con zucchero fondente oppure cioccolato bianco. Il nome probabilmente deriva dal fatto che questo dolce veniva preparato dai monaci benedettini della città dei Gonzaga.

anello_monaco small

Certosino di Bologna

Il Certosino, noto anche come Panspeziale, e’ tipico della cucina bolognese e si prepara con mandorle, pinoli, cioccolato fondente e canditi. La sua origine è medievale e veniva preparato dai farmacisti ( conosciuti al tempo come speziali). Con il  passare dei secoli se ne occuparono i frati certosini che gli hanno dato il nome attuale.

certosino small

Panforte

Siamo arrivati in Toscana e precisamente a Siena. La sua origine e’ antichissima, intorno all’ anno 1000, e veniva chiamato Pane Natalizio o Pan Pepatus. La preparazione era affidata anche qui agli speciali e questo dolce era riservato solo ai ricchi e ai nobili senesi visto che conteneva spezie rare e costose. All’ inizio era ripieno di melone e cedro, ma fu cambiato alla fine del 1700 arrivando alla versione attuale.

Panforte, small

Panpepato

Eccoci in Umbria ed esattamente a Terni per conoscere il Panpepato. Mandorle, pinoli, nocciole, pepe, cannella, arancia e cedro canditi e uva passa, tutto impastato con cioccolato, cacao, caffè, liquore, miele e mosto d’uva cotto. Viene cotto al forno ed ogni famiglia ne ha una variante. E’ un dolce ottocentesco di tradizione contadina.

panpepato small

Mostaccioli

Dolce natalizio napoletano i mostaccioli sono ricoperti di cioccolata e all’ interno sono ripieni di miele e frutta candita. Il nome deriva dall’ antico uso del mosto da parte dei contadini e il primo a parlarne e’ stato Bartolomeo Scappi, medico personale di Papa Pio V. Sono insieme ai Roccoco’ i dolci che si trovano sulle tavole campane per ogni festività natalizia.

most small

Buccellato

Il buccellato ( dal tardo latino buccellatum: sbocconcellato) e’ un dolce tipico siciliano, nato a Castellammare del Golfo, ma diffuso in tutta l’isola. E’ fatto di pasta frolla con un ripieno di fichi secchi, uva passa, mandorle e scorza d’arancia. Il buccellato e’ a forma di ciambella e spesso viene glassato e ricoperto di zucchero a velo e canditi.

buccellato small

Giudizio Finale

Oggi Forchette Amare non darà un giudizio finale, anche perchè alcuni di questi dolci non li ha ancora assaggiati, ma è già ad una buona metà! Come al solito speriamo di avervi incuriosito e vi aspettiamo alla prossima avventura gastronomica

 

Un pensiero su “Geografia Gastronomica|| I dolci di Natale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...