Geografia Gastronomica|| La cucina argentina

Ecco volare ancora una volta al di là dell’Atlantico la nostra rubrica Geografia Gastronomica che dopo la cucina francese, oggi vi porta a conoscere i piatti tipici dell’Argentina. Questa cucina è molto conosciuta e apprezzata anche nel nostro paese e vanta alcune eccellenze a cominciare dalla carne, grazie agli sterminati allevamenti di bovini sparpagliati nelle Pampas. Come detto la cucina argentina tradizionale è fondata essenzialmente sulla carne e subito dopo sulla farina di frumento. La varietà di prodotti alimentari disponibili è amplificata dai diversi influssi culturali; principalmente italiani e spagnoli che sono immigrati a milioni nel paese sudamericano. Quando i conquistadores spagnoli arrivano in Argentina scoprirono che gli indios mangiavano gli animali locali completamente crudi. Nella Buenos Aires antica c’erano già molti bar, case di gioco e cioccolaterie, ma pochi ristoranti. La gente pranzava e mangiava nelle case.
I bar piu’ famosi furono il “Almacen del Rey” (Magazzino del Re), aperto nel 1769 nella Recova, il “Café de los Catalanes” (Bar dei Catalani), 1799, il “Café de Marcos” (Bar dei Marcos), 1801, a Bolivar e Alsina, famoso per le riunioni di cospiratori, rivoluzionari e patrioti, e il piu’ famoso di tutti, il “Café de la Comedia” (Bar della Commedia), del francese Raymond (da tutti chiamato Ramon) Aignasse. Fu Aignasse il primo a dar vita ad una scuola di cucina a Buenos Aires. Una lunga storia culinaria quindi che oggi cercheremo di farvi conoscere.

L’Argentina

L’Argentina è un grande paese dell’America del Sud che va dal Tropico fino al Polo Sud che ha visto incrociare molte culture per formare l’Argentina moderna. Come detto i primi furono gli spagnoli, ma anche gli italiani emigrarono a centinaia di migliaia nel paese del tango, per essere seguiti dai tedeschi gli est europei. A livello gastronomico l’Argentina  si divide in quattro regioni :
– la zona del nordest e’ influenzata dai guaraní. Questi indios basavano la loro alimentazione sulla manioca, la zucca, frutta come la papaya, il formaggio ed il pescato dei fiumi Paranà e Uruguay. Gli aborigeni di questa zona conoscevano le proprietà medicinali di tutte le piante della foresta.
– la zona centrale e’ il regno delle pernici, dei nandú, delle vizchaca e dopo l’arrivo degli spagnoli degli arrosti. Gli spagnoli introdussero il bestiame, il grano, il bollito, le empanadas, i dolci. Piu’ tardi arrivarono gli inglesi, i tedeschi e infine gli italiani con la pasta e la pizza.
– la zona della Patagonia di influenza araucana, é la zona del pehuen del guanaco e dopo la colonizzazione anche del cavallo e delle pecore. Zona di frutti di mare per la sua lunga costa atlantica. L’arrivo di tedeschi della zona di Bariloche introdusse marmellate di frutta locale e fragole. Arrivarono anche i Gesuiti che si misero a coltivare mele nella Valle del Rio Negro.

Come al solito abbiamo fatto una severa selezione dei tanti piatti che vengono dalle varie regioni e speriamo che Forchette Amare vi incuriosisca un pò.

Locro

Il Locro è una zuppa tradizionale di cui ne esistono infinite varianti. Normalmente si prepara con mais e “zapallo” (zucca) ed include differenti carni fra le quali si contano la pancetta, la trippa e la salsiccia. È un piatto molto nutritivo e tipico della stagione invernale, e viene cotto per ore a fuoco lento. È d’abitudine però consumarlo anche il 25 di maggio, il giorno in cui si commemora il primo governo argentino.

locro small

Empanadas

L’Empanada è chiusa su se stessa, a forma di mezzaluna, simile al panzerotto. Di origine spagnola, questo è uno dei piatti più tipici argentini, che non manca mai nelle tavole durante le feste. Fritte o al forno, le empanadas si preparano in modi diversi a seconda della regione. Anche il ripieno cambia a seconda del luogo di preparazione, ma i più popolari restano quelli a base di carne, mais, cipolla o formaggio.

empanadas small

Albondigas

Le Albondigas o polpette spagnole sono molto tipiche nella cucina australe e fanno parte delle tapas locali. Normalmente vengono messe in mezzo alla tavola ad inizio pasto per compartir ( dividere) e le possiamo definire una specie di antipasto.

Albondigas small

Asado

L’ Asado argentino (arrosto o grigliata argentina) è il cibo più tipico d’Argentina ed il più richiesto dai buongustai. L’asado è un piatto fatto con carne di manzo, cotta alla brace molto lentamente per risaltarne il sapore e la consistenza. Per la preparazione può essere adoperato il taglio reale da brodo, che in Argentina viene chiamato “asado de tira”. Vi si possono trovare anche le “entrañas” (le interiora), i “chorizos” (le salsicce) e le “morcillas” ovvero le salsicce di sangue. Di norma l’asado viene accompagnato da una salsa conosciuta con il nome di chimichurri.

asado_argentino small

Chimichurri

Come detto questa salsa è il più tipico accompagnamento dell’asado ed è una deliziosa salsa verde che si usa anche per condire le insalate o per marinare pesci e pollame. È una salsa liquida, leggermente piccante e molto speziata. Elaborato a base di olio, aceto, prezzemolo, origano, pepe, aglio e altre spezie, il chimichurri esalta il sapore di moltissime pietanze.

chimichurri-sauce small

Choripan

Il Choripan è un tipico panino preparato con una succulenta salsiccia racchiusa dentro due fette di pane francese. Come per le grigliate, anche in questo caso la carne viene condita con il chimichurri. È molto tipico del quartiere di Boca di Buenos Aires, dove viene servito in innumerevoli stabilimenti. Perciò se vi trovate nei pressi dello stadio del Boca Juniors o state esplorando le varie zone legate al mondo del tango, non vi dimenticate di provare quest’autentica prelibatezza.

choripan small

Dulce de Leche

Il Dulce de Leche di Buenos Aires è famoso in tutto il mondo per essere uno dei migliori. Si elabora con latte, zucchero ed essenza di vaniglia, che si cucinano fino ad ottenere un caramello blando, spesso, brillante e molto dolce. Il dulce de leche si consuma spalmato sulle fette biscottate o nelle gallette, si usa come ripieno nei dolci, ed è persino un gusto di gelato.

dulce-de-leche small

Churros

Il Churro (spesso detto al plurale: churros) è uno spuntino dolce, tipico della cucina iberica e argentina a base di una pastella fritta spolverata di zucchero. In Spagna i churros sono normalmente disponibili tutto l’anno presso le apposite bancarelle che si trovano lungo le strade principali, nelle piazze e nei mercati, nonché durante le ferias estive. Molto amati sono però la domenica a colazione, intinti in una tazza di densa cioccolata calda, e all’alba di capodanno o genericamente dopo una nottata di festeggiamenti; in ogni caso vanno però preparati al momento e consumati ancora caldi. In Argentina si usa gustare i churros ripieni con il dulce de leche.

churros small

Giudizio Finale

La cucina argentina è molto appetitosa e “carnale”! Non mancano certo le influenze dei tanti immigrati, ma la sua anima sudamericana spicca fortissima e proprio questo ne fa una delle più apprezzate al mondo. Forchette Amare come al solito vi lascia un paio di indirizzi utili a Firenze http://www.ristoranteargentino7secoli.com/  e a Roma www.baires.it/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...