Arezzo|| Aliciati

Oggi Forchette Amare vi racconta la sua avventura ad Arezzo in un ristorante aperto da pochi mesi che ha stuzzicato la sua curiosità. Aliciati, infatti è stato aperto da un giovane chef che ha fatto esperienza in giro per l’Italia, prima di tornare nella sua città ed aprire un suo locale. Questo ristorante si trova nella parte storica di Arezzo, in una bella strada che però la sera non è molto frequentata. Aliciati sia affaccia sulla suddetta strada con una sola vetrina.

aliciati 15 small

La Location

Il locale è piuttosto piccolo con una modesta sala all’ingresso e un ambiante che si stringe fino ad arrivare a delle scale. Qui soppalcati si trovano tavoli a vari livelli, ma i coperti restano limitati. Aliciati ha i muri con pietra viva e un soffitto arioso e i tavoli sono apparecchiati in maniera piuttosto minimal. Fatti accomodare in una zona sopraelevata, iniziamo la nostra avventura gastronomica dando una veloce scorsa al menu.

 

Il Menu

Il menu è ancora più minimal dell’apparecchiatura, ma Forchette Amare deplora i menu sconfinati perchè è impossibile avere troppi piatti in carta ed eseguirli tutti correttamente. Cinque antipasti, cinque primi e cinque secondi raccontano tutta la storia culinaria di Aliciati. Incuriositi dall’uovo di montagna croccante, agretti e crema di toma di pecora iniziamo proprio con quello, poi sempre fra gli antipasti scegliamo la “colazione” di Aliciati e una spalla di grigio con burrata, pomodorini e pane grigliato. Fra i primi la nostra scelta cade sui tagliolini al tartufo marzolino e i tortelli di anatra, mentre dalla lista dei cinque secondi peschiamo solo la battuta al coltello con tonnata, puntarelle e capperi. L’attesa non è eccessiva e così dopo poco ecco arrivare i nostri primi piatti. L’uovo croccante è un uovo in camicia con una panatura leggera di “cracchiana” memoria, ma è ben eseguito e quando si apre all’interno è rimasto crudo al punto giusto. Ben abbinati gli agretti, impercettibile la crema di toma e forse servirebbe un pò di sapidità in più.

La “colazione” di Aliciati è composta da un croissant con patè di fegato, mostarda, nocciole e saba. Il piatto ha tutti gli elementi necessari dall’acidità alla croccantezza, anche se va mangiato tutto insieme, sennò si perde un pò. Nota negativo: il piatto dove viene servito sminuisce una pietanza interessante. Buona la spalla di grigio del Casentino con la burrata che la completa alla perfezione.

Passando ai primi i tagliolini al tartufo nella loro semplicità sono cotti bene e presentano una giusta quantità di tartufo. Più deludenti i tortelli con il ripieno di anatra. L’anatra è stata troppo ingentilita e ha perso la sua tipica aggressività, gradevole invece la crema di patate al rosmarino.

Ottima la battuta al coltello con la tonnata che gli da un sapore unico, capperi e puntarelle sono la ciliegina sulla torta di quello che è probabilmente il piatto migliore della nostra serata.

aliciati 8 small

Passando ai dolci abbiamo scelto una torta ricotta e cioccolato e il pain perdu. Quello che a prima vista sembra una fetta biscottata con della marmellata, si rivela un dolce davvero squisito e che davvero non ti aspetti. Normale la torta ricotta e cioccolato.

Giudizio Finale

Cena annaffiata da un Syrah cortonese e un calice di Franciacorta per un conto di 35 euro a testa. Aliciati è indubbiamente un locale interessante, che presenta piatti non banali. Alcuni sono più riusciti di altri, ma alla fine Forchette Amare se ne va piuttosto soddisfatto della sua visita a questo nuovo ristorante nel quale probabilmente tornerà per testare altri piatti.

4 pensieri su “Arezzo|| Aliciati

  1. Carrisimo ,
    E qui casca l’asino e si spiega la recensione allo Zafferano. Ora ti faccio vedere come si fa una recensione obbiettiva:
    Aliciati ottima tecnica ma non ha quel guizzo in più che ci si aspetta da un Chef che ha fatto l’ALMA , cioè mi spiego tanto di cappello allo Chef ma non si sente la sua personalità non ha voglia di giocare e di rischiare va sul sicuro e su quello che va di moda, però la conduzione familiare dell’attività ti fa sentire a casa non come la mise en place vista e rivista… Comunque spero in una crescita ha del buon potenziale!

    Mi piace

    • Non ho visto rischi presi da Zafferano, anzi tanta confort zone nel tiramisù…se per rischio basta una cottura a bassa temperatura! Nelle prossime settimane potrà leggere anche la mia visita ad Arnolfo a Colle Val d’Elsa, ecco chi ha piglio da giocatore d’azzardo! Concordo però nelle potenziali di Aliciati da cui tornerò per assaggiare altro!

      Mi piace

      • Il rischio è associare diversi ingredienti tra tradizione e innovazione e riuscirli a distinguere infatti poprio la divisione dei sapori che fa la differenza … e senza aver fatto l’ALMA … per carità Aliciati ha potenziale ma deve farlo uscire !

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...