Geografia Gastronomica|| La cucina romagnola

La cucina dell’Emilia-Romagna è senza dubbio una delle più note e apprezzate d’Italia: dal ragù alla bolognese alle tigelle modenesi, dal prosciutto di Parma al Parmigiano Reggiano, tutti ne conoscono piatti e prodotti! Ma la Romagna invece? Geografia Gastronomica ha voluto dividere questa maxi-regione e analizzare oggi solo la cucina romagnola, che vi garantisco da sola vale davvero la pena. La Romagna è una regione storica che varca i suoi confini sconfinando nelle Marche e in Toscana, per cultura e tradizione. La sua cucina, autentica e genuina, rispecchia il carattere aperto e conviviale dei suoi abitanti; i suoi piatti spaziano tra terra e mare e le sue ricette affondano le radici nella tradizione, raccontando, oltre ai sapori frutto del lavoro dei campi, la ricchezza dell’Adriatico. Terra di accoglienza e ingegno, in Romagna molti cuochi hanno cominciato le loro carriere negli alberghi locali, accanto a sfogline e arzdore ( signore locali addette a fare la pasta) da cui hanno appreso tecniche e tradizione, per poi dar vita a una cucina creativa di innovazione.

 

Continua a leggere

Rimini|| Ristorante dallo Zio

In trasferta in Romagna per un week end di mare, Forchette Amare ha deciso di testare la cucina del Ristorante dallo Zio, un grazioso locale situato nel centro di Rimini e che è capostipite di un piccolo impero culinario che è partito proprio da qui. Coperto da una serie di luci vagamente natalizie, il Ristorante dallo Zio è una bella costruzione che si inserisce alla perfezione nel panorama architettonico riminese.

zio 4 small

Continua a leggere

Geografia Gastronomica|| La cucina piemontese

Puntale ogni venerdì torna l’appuntamento con la nostra rubrica Geografia Gastronomica che oggi ci porta in Piemonte. Per la prima volta ci addentriamo nel nord del nostro paese, in una grande regione con tanta storia, compresa quella culinaria. La cucina Piemontese trae le sue origini dalle tradizioni culinarie della corte dei Savoia e dalle abitudini gastronomiche delle classi contadine. Ne risultano piatti e ricette molto diverse tra loro, sia per complessità delle preparazioni sia per la tipologia di ingredienti utilizzati. I piatti della cucina piemontese che derivano dalle tradizioni della famiglia reale dei Savoia utilizzano spesso ingredienti pregiati come il cioccolato, o lo zabaione che prevede l’utilizzo del marsala, o sono piatti compositi come il bollito misto o il fritto misto alla piemontese. Si tratta di piatti molto ricchi di ingredienti e dalle preparazioni spesso elaborate. Quelli della tradizione contadina non sono da meno, dal punto di vista del gusto ma sono realizzati partendo da ingredienti poveri, tipici proprio di questa regione del Nord Italia. Molte prevedono l’uso di nocciole, riso e tartufo. Altri piatti tipici della Cucina Piemontese sono la bagna cauda, la panissa e i “plin”, tra i dolci invece non si può non citare il bonet, una delizia al cioccolato. Questa cucina ha subito molte influenza francesi ed europee in generale, ma ha anche mantenuto una sua precisa identità. Ne abbiamo fatto una lista che oggi andremo a presentarvi e che speriamo possano essere sufficienti a farvi venire voglia di assaggiare questa cucina.

 

Continua a leggere