Terranuova Bracciolini|| La Casa del Buono

Durante la lunga e calda estate sorge spontanea la voglia di cercare posti freschi e all’aperto dove poter cenare. E così anche Forchette Amare si è fatto sedurre dall’idea di fare qualche chilometro e ritrovarsi in piena campagna per una cena fra amici. Il luogo scelto è nel comune di Terranuova Bracciolini, nel Valdarno aretino, esattamente in località Campogialli. Il ristorante si trova nell’Agriturismo La Casa del Buono, un nome indubbiamente accattivante.

buono 6 small

Continua a leggere

Geografia Gastronomica || La cucina molisana

Ci siamo quasi. Il viaggio di Geografia Gastronomica sta effettivamente finendo e oggi sotto la nostra lente di ingrandimento finisce la piccola, ma vivace, regione del Molise. Il Molise, la più piccola regione italiana dopo la Valle d´Aosta, ha una posizione geografica molto particolare che si riflette, inevitabilmente, anche sulla sua cucina. Mentre nelle zone più interne, caratterizzate da una vasta area montuosa, dominano pietanze a base di carne di maiale, salsicce paesane e soppressate – preparate secondo le antiche tradizioni gastronomiche – , mentre nel piccolo tratto di fascia costiera prevale una cucina più tipicamente marinara con piatti a base di zuppe di pesce, risotti e minestre. Come detto questa regione è interessante, ma la sua è una storia un pò in sordina perchè per molto tempo è stata associata alla vicina e più ingombrante regione dell’Abruzzo. I molisani però sono gente orgogliosa e forte, così come lo sono i piatti che mettono in tavola!

 

 

Continua a leggere

Geografia Gastronomica || La cucina pugliese

Oggi Geografia Gastronomica ci porta il Puglia, una grande regione del sud Italia che vanta storia e cultura dii livello altissimo. Nella sua cultura naturalmente, non manca la cultura culinaria e infatti quella pugliese è indubbiamente una cucina molto interessante. Questa cucina si caratterizza soprattutto per il rilievo dato alla materia prima, sia di terra che di mare, e per il fatto che tutti gli ingredienti sono appunto finalizzati ad esaltare e a non alterare i sapori base dei prodotti usati. Pertanto si troveranno tutte le verdure di stagione, dalla cima di rapa al cavolo verde, al cardo, ai peperoni, alle melanzane, ai carciofi, tutti i legumi, dai fagioli alle lenticchie alle cicerchie e alle fave, e tutti i prodotti dell’Adriatico che hanno una  caratteristica che li distingue, in conseguenza della particolare pastura che si rinviene lungo le sue coste, e dalle polle di acqua dolce che si scaricano in mare, e che servono ad attutire il salmastro, ma non ad alterarne il profumo. Peraltro, anche se vi sono dei piatti comuni, le ricette variano da provincia a provincia, e talvolta, da città a città, così per esempio le ricette tipiche delle province di Taranto, Brindisi e Bari, adagiate sul mare, non sono uguali a quelle praticate nella provincia di Foggia, più collinosa, e di Lecce, più terragna. Il piatto più tipico è quello delle “Orecchiette al ragù di carne di cavallo”, la cui ricetta è ormai diffusa in tutti i ricettari, ma non sono meno conosciute le “Orecchiette con le cime di rapa” e quelle che ricollegano il territorio al Mediterraneo, come i “Cavatelli con le cozze” o il riso al forno alla barese chiamato pure riso, patate e cozze.

Continua a leggere

Roma || Campisi

Ogni tanto anche la capitale vede calare, come Brenno o Alarico, i giudizi “barbari” di Forchette Amare sui suoi ristoranti e oggi è il turno di un locale che si trova fra il quartiere Trieste e il quartiere africano: il ristorante Campisi. Questa è una bella zona residenziale, fuori dai giri classici dei turisti che visitano Roma, ma molto nota ai romani. Campisi è facilmente individuabile dalla strada per le vetrate che vi si affacciano e qui comincia la nostra avventura.

roma 9 small

Continua a leggere