Geografia Gastronomica || La cucina abruzzese

Si sta rapidamente esaurendo il tour di Geografia Gastronomica e oggi torniamo nel sud del Paese per assaggiare una cucina ricca di sapori come quella abruzzese. Mediterranea negli ingredienti e nei profumi, creativa nella varietà e nella originalità dei piatti e dei prodotti più tipici, dalle radici contadine e pastorali della propria tradizione la cucina abruzzese ha saputo trarre la capacità di essere insieme povera e nobile, distillando sapori antichi, di sontuosa semplicità. Questa cucina è molto interessante e tra gli alimenti più utilizzati troviamo: il pane, la pasta, la carne, formaggi e il vino. L’isolamento che per decenni ha caratterizzato la regione ha fatto sì che quest’ultima mantenesse un’arte culinaria viva ed indipendente. Tra i prodotti abruzzesi che sono entrati nell’immaginario collettivo di tutto il mondo troviamo i classici confetti tipici della città di Sulmona, lo zafferano coltivato principalmente nell’altopiano di Navelli, gli arrosticini di pecora, gli spaghetti alla chitarra e il prestigioso vino Montepulciano d’Abruzzo. Altri prodotti regionali riconosciuti ed apprezzati sono: l’Aglio rosso di Sulmona, il miele d’Abruzzo, il carciofo di Cupello, la carota del Fucino, la cicerchia, il farro, le lenticchie di Santo Stefano di Sessanio, la mortadella di Campotosto, il peperone dolce di Altino e Serranella, la patata degli Altipiani d’Abruzzo (ed in particolare la patata del Fucino), il Salsicciotto di Guilmi. Secondo un’indagine svolta da Confesercenti condotta fra i turisti stranieri che scelgono l’Italia, la migliore cucina tra le cucine regionali italiane è proprio quella abruzzese. Come al solito però in questo mare sconfinato abbiamo dovuto scegliere pochi piatti da raccontare, sufficienti però speriamo ad invogliarvi a partire per l’Abruzzo.

 

 

Continua a leggere

Colle Val d’Elsa || Arnolfo

In questo 2018 il vostro Forchette Amare ha deciso di viziarsi e così in pochi mesi ha visitato diversi ristoranti stellati Michelin su e giù per lo stivale. L’andamento è stato altalenante con serate molto positive come presso il Relais Il Falconiere oppure Re Maurì due esempi di stellato in Toscana e Campania che hanno lasciato Forchette Amare soddisfatto. A volte è andata sicuramente male come nel caso del torinese Vintage 1997 , ma la curiosità di provare cucine sempre più ricercate e a volte coraggiose è rimasto intatto. Così in un assolato sabato abbiamo deciso di pranzare da Arnolfo a Colle Val d’Elsa, uno dei tre ristorante che possono vantare ben 2 Stelle Michelin in Toscana.

Continua a leggere

Geografia Gastronomica || La cucina lombarda

Terminiamo il nostro tour nel nord d’Italia facendosi portare da Geografia Gastronomica in Lombardia. Questa regione ha una lunga tradizione culinaria e anche se non è fra le più note, è sicuramente varia e interessante. Potremmo definire la cucina lombarda come invernale, perchè molti suoi piatti sono piuttosto corposi e sostanziosi. Tanti prodotti locali dai formaggi ai salumi, fino a vere e proprie ricette sono il biglietto da visita gastronomico della Lombardia. Tutti solitamente conoscono e parlano del risotto alla milanese, ma che dire degli altri piatti tipici della cucina lombarda? Accomunati dalla bontà dei prodotti unici di questa regione, le ricette più tradizionali della Lombardia sono il risultato di secoli di dominazioni passate (ricordiamo gli austriaci, gli spagnoli e i francesi) che trionfano oggi in una serie di caratteristiche comuni a queste pietanze: polenta, al posto del pane; riso, al posto della pasta ripiena e burro, al posto dell’olio.  D’altra parte oggi l’enogastronomia ha assunto un ruolo fondamentale nelle aspettative e nelle motivazioni dei viaggiatori, diventando un vero e proprio fattore di attrazione e di promozione della destinazione. Non a caso la Lombardia detiene il primato per numero di ristoranti stellati Michelin in Italia, con ben 58 ristoranti fino 3 stelle. Cucina di altissimi livelli quindi, ma anche tante trattorie e cascine tipiche che difendono una grande tradizione.

Continua a leggere

Rimini || Osteria de Borg

Approfittando di qualche giorno libero Forchette Amare si è spostato in Romagna per assaggiare ancora una volta la cucina locale. Questa terra vanta una lunga tradizione culinaria e oggi vi porteremo alla scoperta di piatti rigorosamente di terra, cosa un pò inconsueta nel pensare comune. La nostra scelta è caduta sull’ Osteria de Borg, un colorato locale situato all’interno del grazioso borgo di San Giuliano, una frazione di Rimini. Si arriva a questo ristorante attraversando stradine e vicoli e in una tiepida serata ci accomodiamo all’esterno.

 

Continua a leggere