Venezia || Hostaria Galileo e Bacaro Quebrado

Forchette Amare si è concesso un week end in quella che è probabilmente una delle città più belle e romantiche del mondo: Venezia! E così approfittando del tempo ancora clemente la meravigliosa città lagunare è stata visitata in lungo e in largo, sia a livello monumentale che, naturalmente, gastronomico. Forchette Amare aveva già approfondito la cucina veneta in una puntata di Geografia Gastronomica Geografia Gastronomica || La cucina veneta ma una rinfrescatina non fa davvero mai male! Così abbiamo deciso di provare un ristorante che proponesse una cucina di pesce e un bacaro, la tipica osteria/trattoria veneta, che proponesse piatti della tradizione. La nostra scelta è caduta sull’Hostaria Galileo e il Bacaro Quebrado.

venice

La Location

L’Hostaria Galileo si trova nell’incantevole cornice di Campo Sant’Angelo, i campi a Venezia sono le piazze, nel quartiere di San Marco, vale a dire nel cuore del centro storico veneziano. Il ristorante ha una parte interna e molti tavoli all’aperto ed è qui che è stato fatto accomodare Forchette Amare. Da tutt’altra parte si trova invece il Bacaro Quebrado esattamente in Calle Larga dei Bari, nei pressi della stazione ferroviaria di Santa Lucia. Questo è un posto piccolo e accogliente con alcuni tavoli all’esterno e anche qui , complice il clima favorevole, Forchette Amare si posizione all’aria aperta.

 

Il Menu

Il menu dell’Hostaria Galileo come detto è basato sul pesce, ma Forchette Amare decide comunque di puntare sulla tradizione locale, scegliendo un antipasto di pesce alla Veneziana. Poi due primi pescati da un menu che vede anche scelte di terra, e onestamente qualche concessione di troppo al turista, l’unico a cui verrebbe in mente di scegliere una carbonara a Venezia! I nostri primi sono un classico spaghetto alle vongole e dei tagliolini ai frutti di mare. L’antipasto è piuttosto vario e presenta insalata di polpo, polenta, gamberi grigliati, baccalà mantecato e sarde in Saor. Nell’insieme è una buona partenza con il baccalà molto delicato e le sarde a spingere il piatto. Deludente l’insalata di polpo!

galileo 3

Nei nostri primi piatti purtroppo il cuoco sbaglia le cotture e la pasta arriva troppo cotta ed è un errore imperdonabile. Peccato perchè sia i frutti di mare che le vongole sarebbero gustosi.

 

Molto più semplice l’ambientazione al Bacaro Quebrado, ma anche qui scegliamo la tradizione. Immancabile un vassoio di sarde in Saor, e un insieme di fritti che spaziano dalla mozzarella in carrozza, a dei triangolini patate e speck, fiori di zucca, polpette e gli immancabili crostini di baccalà mantecato. Buone le sarde in Saor e il baccalà mantecato, da bocciare i triangolini di patate e speck, le polpette e la mozzarella in carrozza fritti almeno un giorno prima e diventati duri e spugnosi.

 

Giudizio Finale

Conto di 40 euro a testa a l’Hostaria Galileo, prezzo medio-basso per Venezia, mentre solo 20 euro al Bacaro Quebrado, prezzo sorprendentemente basso per la città lagunare e accompagnato da un ottimo Sprizt. Mangiare in centro a Venezia significa destreggiarsi fra prezzi esorbitanti e ristoranti per turisti, ma il consiglio di Forchette Amare è quello di assaggiare piatti locali, magari cercando posti un pò fuori dai classici giri turistici.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...