Arezzo || L’Amo, Cucina di Mare

Arezzo è una città di “terra” che racconta tutta la sua storia culinaria attraverso le proprie campagne. Negli anni sono stati relativamente pochi i ristoranti dedicati al pesce che sono nati nella città, e spesso non hanno avuto vita molto lunga. In una frazione periferica della città da un pò di tempo è stato però aperto un nuovo ristorante a vocazione marinara: L’Amo, Cucina di Mare. Dopo esserci passato davanti diverse volte, Forchette Amare ha deciso di cedere alla curiosità di provare questa nuova esperienza dedicata al grande blu.

 

La Location

La Location esterna del ristorante L’Amo, Cucina di Mare non è di quelle che colpiscono. In un parcheggio all’interno di un minuscolo centro commerciale nella piccola frazione di Olmo, l’arrivo è sicuramente di quelli che ti fanno pensare ad una scelta coraggiosa. Superato l’esterno Forchette Amare si ritrova in una ambientazione gradevole e semplice, anche se i troppi tavoli porteranno ad un volume troppo alto alla fine della serata.

 

Il Menu

Il menu è un pò confusionario, senza una chiara distinzione delle portate e come recita il nome del locale è tutto di mare. I proprietari sono romagnoli e hanno un ristorante anche a Cesenatico. Scegliamo un pò di tutto dalla lista e partiamo con i Nudi e Crudi, composti da un’ostrica, una tartare, crostacei e pesce al coltello. Poi ordiniamo Un Ricordo di Romagna, cioè passatelli asciutti, mazzola e asparagi e una tagliatellina al mattarello con astice, pomodoro e gocce di basilico. Fra i secondi peschiamo ( mai parola più azzeccata) un FriSpid che altro non è che una frittura di mare, uno spiedino di calamaro e gamberi grigliati, poi il Polpo nell’Orto, una grigliata con sogliola, rana pescatrice, capasanta e spiedini di calamari e gamberi e per finire una ricciola scottata con maionese di mare, pomodorini confit  e fagiolini. Prima di partire, oltre alla classica piadina, L’Amo presenta un amousebouche con un gambero su crema, ma manca completamente sapidità risultando una partenza sciapa.

amo 1

I Nudi e Crudi sono minimali, ma impiattati bene. La tartare è la cosa migliore, l’ostrica non raggiunge la sufficienza, nell’insieme un piatto normale. Meglio i passatelli che sono gustosi. Un’ospite esperta, che accompagna questa sera Forchette Amare, li promuove, ma dichiara che non sono fatti in casa.

 

La tagliatellina è invece fatta in casa, ma dell’astice nel piatto arriva poco. Manca qualcosa che leghi tutti gli ingredienti, che nell’insieme raggiunge però la sufficienza. Meglio il FriSpid, forse il piatto migliore della nostra serata, con la frittura asciutta e croccante. Ottima la consistenza, soprattutto del calamaro.

 

Il Polpo nell’Orto è un prodotto indubbiamente fresco, ma un pò piatto. Gli asparagi in serra poi in un piatto Forchette Amare non li può proprio vedere. La grigliata è abbastanza variegata e con il pesce fresco è difficile da sbagliare. Il risultato è un sapore di mare che resta in bocca, quindi direi obiettivo raggiunto.

 

La ricciola è un pesce pregiato dalle carni tenere e gustose, che va trattato con molto rispetto. Beh, stasera il cuoco quel rispetto dovuto non ce l’ha messo. Il pesce ha superato il punto di cottura diventando stoppaccioso ed è un errore grossolano.

amo 8

Per dessert un Bicchiere Goloso, vale a dire un cremoso al Marsala, fondente di cioccolato, gelato a fiordilatte e croccante di mandorle e un GustoPistacchio, cioè un semifreddo con crema e crumble di pistacchio. Molto buono il primo, troppo poco dolce il secondo con la crema quasi insapore.

 

Giudizio Finale

Cena accompagnata da una Passerina per un conto eccessivo e altisonante di 60 euro a persona dove il vino pesa solo 8 euro. L’Amo, Cucina di Mare ha prodotti di buona  qualità cucinati a volte bene e a volte meno bene. Porzioni abbondanti in stile  romagnolo, ma poca cura nell’impiattamento. Considerando la location, un parcheggio in una frazione, e il sevizio lento e farraginoso, Forchette Amare valuta l’esperienza sotto la sufficienza e se ne va con un leggero amareggiamento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...