Bibbiena ||Chalet

Forchette Amare in queste vacanze natalizie è stato un pò a spasso nelle vallate che circondano Arezzo e nel ridente Casentino ha scovato un locale interessante. Lo Chalet si trova a ridosso delle mura della città di Bibbiena e dopo aver cambiato più volte proprietario, oggi è gestito dagli stessi ristoratori che avevano un altro ristorante in Casentino.

chalet 3

La Location

Il locale è diviso fra una zona interna e una esterna, una dedicata al ristorante e una al bar. Capire dove entrare non è così automatico, ma dopo un paio di tentativi Forchette Amare riesce ad accomodarsi. Lo Chalet è arredato in modo moderno, ma caldo così come lo è l’accoglienza che ci fa subito accomodare al nostro tavolo.

Il Menu

Il menu di questo ristorante ha un’offerta piuttosto variegata. Si passa dal mare alla caccia, senza tralasciare una forte impronta di casentinità. Tralasciamo il mare e restiamo a terra scegliendo fra gli antipasti una crocchetta di cinghiale in salsa orientale, mentre fra i primi peschiamo degli gnocchi di pane e un’ispirazione di tortello alla lastra, una specialità locale. Dalla lista dei secondi invece un vitello arrosto al vin santo e il capriolo. Il servizio è attento e si prende cura del cliente che nell’attesa della sua ordinazione si vede arrivare in tavola una serie di saluti dallo chef composti da: una tartare di tonno con erba cipollina, del baccalà mantecato con passion fruit e un fiore di zucca pastellato ripieno di ricotta. Piccole e gradevoli attenzioni, alcune più riuscite di altre, ma comunque piacevoli.

La crocchetta di cinghiale ha una panatura leggera e croccante, ma il cinghiale si sente poco. Ingentilire troppo la selvaggina è un problema che molti ristoranti incontrano.

chalet 4

Gli gnocchi di pane sono invece deliziosi e impiattati in maniera elegante. Interessante l’ispirazione di tortello alla lastra con varie versioni, anche se Forchette Amare preferisce il classico.

chalet 1

Passando ai secondi Forchette Amare li promuove entrambi. Ottimo il cervo, cotto alla perfezione, ma la menzione d’onore va al vitello al vin santo con una crema d’accompagnamento da leccarsi i baffi.

Tante le attenzioni anche per i pre e post dessert con alcune cose davvero gustose. Meno convincenti invece i dessert veri e propri. La delizia tropicale è un piatto fresco e bello da vedere, mentre il tiramisù ai cantucci e vin santo è eccessivamente dolce con l’amarena che copre tutto.

Giudizio Finale

Cena annaffiata da un rosso locale per un conto onesto da 48 euro a testa. Lo Chalet è un ristorante accogliente con un personale che coccola il cliente, alcuni piatti sono migliori di altri, ma nel complesso Forchette Amare promuove a pieni voti la sua serata in Casentino.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...