Vairano || Vairo del Volturno

Forchette Amare torna in un ristorante stellato Michelin ed è pronto a raccontarvi questa sua nuova avventura. In passato le esperienze hanno vissuto qualche alto e basso nell’Olimpo della ristorazione targata Michelin, ma in generale le serata sono sempre state positive. Oggi sotto la nostra lente di ingrandimento è finito il Vairo del Volturno, che si trova a Vairano Patenora in provincia di Caserta. Come detto il locale vanta una stella Michelin che per Forchette Amare è sempre un richiamo molto forte.

Continua a leggere

Presenzano || Agristor Le Due Torri

In trasferta in Campania Forchette Amare si è avventurato nell’entroterra e portato da amici si è ritrovato in una bella struttura in località Presenzano, famoso per la sua diga e al confine fra Campania e Molise. Qui da qualche anno campeggia il ristorante Agristor Le Due Torri che accoglie gli astanti con due piccole torrette in pietra al termine di una viale. Esiste una seconda struttura dedicata agli eventi, ma Forchette Amare ha visitato solo la prima. Dietro a questo locale c’è anche una bella storia, fatta di allevamenti di bestiame di razza marchigiana che segna profondamente la qualità che l’Agristor Le Due Torri mette in tavola.

Continua a leggere

Geografia Gastronomica|| La cucina campana

Eccoci qua come ogni settimana per raccontarvi un’altra avventura di Geografia Gastronomica che vi porta in giro per l’Italia! E così dopo aver toccato le Alpi nell’estremo nord della Valle d’Aosta, oggi ci  avventuriamo sulle tavole della cucina campana. Campania felix: una volta veniva chiamata così, per la sua terra fertile e per la ricchezza di risorse naturali. La cucina regionale spesso viene identificata e definita come napoletana, perché in tutte le province (a parte per la presenza di alcuni piatti tipici) le pietanze che caratterizzano il territorio sono le stesse. Molti piatti hanno travalicato i confini regionali, diventando piatti nazionali come naturalmente la pizza, ma anche la parmigiana di melanzane! La semplicità dei sapori e gli ingredienti genuini sono i punti di forza dei piatti tipici campani: in buona parte si tratta di cucina di mare, proveniente da tutto il litorale che va dal Garigliano al basso Cilento, ma la tradizione comprende anche piatti di montagna, nati tra le province di Avellino, Benevento, Caserta e Salerno. La cucina campana ha inoltre il merito indiscusso di aver contribuito alla nascita e alla diffusione della cosiddetta dieta mediterranea, per l’utilizzo di prodotti fondamentali come i pomodori, l’olio, le verdure e anche la pasta. Lo sviluppo della cucina regionale lo si deve all’estro e all’esperienza degli abitanti del territorio, che con maestria hanno saputo rendere nobili gli ingredienti considerati poveri.

 

Continua a leggere