Venezia || Hostaria Galileo e Bacaro Quebrado

Forchette Amare si è concesso un week end in quella che è probabilmente una delle città più belle e romantiche del mondo: Venezia! E così approfittando del tempo ancora clemente la meravigliosa città lagunare è stata visitata in lungo e in largo, sia a livello monumentale che, naturalmente, gastronomico. Forchette Amare aveva già approfondito la cucina veneta in una puntata di Geografia Gastronomica Geografia Gastronomica || La cucina veneta ma una rinfrescatina non fa davvero mai male! Così abbiamo deciso di provare un ristorante che proponesse una cucina di pesce e un bacaro, la tipica osteria/trattoria veneta, che proponesse piatti della tradizione. La nostra scelta è caduta sull’Hostaria Galileo e il Bacaro Quebrado.

venice

Continua a leggere

Geografia Gastronomica || La cucina veneta

Eccoci arrivati ad un altro venerdì e quindi ad un’altra cucina regionale da scoprire! Il viaggio di Geografia Gastronomica si sta avviando alla fine del suo percorso regionale, ma ancora abbiamo qualcosa da raccontare! Questa settimana ci sposteremo di poco perchè dal Friuli Venezia Giulia, arriveremo in Veneto. Il Veneto ha una  tradizione che  spazia  su una lista infinita di specialità che cambiano da provincia a provincia, ma sempre referenti a una ricetta madre che il più delle volte implica un lavoro lungo ed una cucina a prova di sapori forti. La tradizione contadina, il mare, la montagna si fondono nella lunghissima e ricca storia di questa regione che spesso è stata anche distaccata dal resto d’Italia, guardando sempre al mare come la sua vera vocazione. Il Veneto è la regione del fegato con le cipolle e delle sarde con l’uvetta. Eccole due fra le ricette più tradizionali della cucina veneta: il fegato alla veneziana e le sarde in saòr. È anche la terra del baccalà mantecato, di una saporita e densa minestra che nel tempo diventa un risotto ‘all’onda’ il risi e bisi e della pasta e fagioli preparata con i fagioli di Lamon. La cucina veneta è fatta anche di ricette ricche e sostanziose con la polentasalsicce e i pesci. E il radicchio di Treviso, di Castelfranco e di Chioggia spicca fra le verdure e nelle ricette a basso contenuto calorico come il radicchio di Treviso sulla brace o in contorni più sostanziosi, con la pancetta oppure fritto. Il vino più famoso è l’Amarone rosso, solenne e vellutato e per alzare i calici in un brindisi c’è il Prosecco della Valdobbiadene. E per chi non lo sapesse il tiramisu è di origine veneta.

Continua a leggere