Geografia Gastronomica || La cucina calabrese

Torna puntuale ogni settimana il nostro appuntamento con Geografia Gastronomica che, dopo averci decantato le delizie di Piemonte e Romagna, oggi scende tutto lo stivale per raggiungere la Calabria. In Italia le cucine variano molto da regione e regione e, come abbiamo potuto vedere, anche all’interno della stessa. La cucina calabrese ha una forte impronta, anche cromatica! Infatti è il rosso il colore che ci viene in mente quando pensiamo alla cucina di questa regione. Il peperoncino, la ‘nduja, la cipolla di Tropea sono i protagonisti della gastronomia dell’estrema propaggine peninsulare del nostro Paese e tutti ci riportano ad un rosso accesso e intenso. Ma la Calabria è questo e molto, molto altro. Montagne e colline racchiuse in 700 km di coste, una delle cucine regionali italiane più essenziali, semplici e povere, ma allo stesso tempo dai sapori forti e dagli aromi ricchi. Terra e mare, pastorizia, pesca, agricoltura: tutto contribuisce a creare una cucina dal carattere netto e ben delineato. Ma vediamo insieme in quali piatti e prodotti si esprime al meglio la cucina calabra.

 

Continua a leggere